Una fondazione per guardare all’Europa

In un ottica fortemente europeista, nel 1999 il Comune di Lavarone, in collaborazione con il Tiroler Kaiserjäger-Bund di Innsbruck (Austria), ha istituito la Fondazione Belvedere-Gschwent, fornendole un fondo di dotazione costituito per metà dal contributo in documenti e reperti storici del Comune di Lavarone e per l’altro 50% da una sponsorizzazione della Cassa Centrale delle Casse Rurali del Tirolo attraverso il Tiroler Kaiserjäger-Bund.

Così come recita lo statuto, la Fondazione Belvedere-Gschwent non ha scopo di lucro e ha per oggetto l’amministrazione e la gestione della fortezza, sviluppando attività di valorizzazione della memoria storica nell’ottica di una cultura di pace che non sia demagogia, bensì il leit motiv di un percorso lungo il quale si vuole operare.

Unica fondazione internazionale della provincia di Trento, nasce come simbolo di un nuovo modo di pensare a questo sito storico come bene non limitabile nella sua importanza al solo contesto provinciale o nazionale, bensì come patrimonio di tutti e come simbolo della follia della guerra, valore imprescindibile nella costruzione di una coscienza di collaborazione europea.

 

La Fondazione è un soggetto di diritto privato di durata illimitata ed è retta da un Consiglio di Amministrazione i cui membri sono nominati dai due soci fondatori. Le nomine del Presidente e del revisore dei Conti sono, invece, di competenza esclusiva del Comune di Lavarone.

 

Fondazione Belvedere-Gschwent

Via Tiroler Kaiserjäger, 1
38040 Lavarone (TN)

tel. +39 0464 780005

www.fortebelvedere.org