Forte Belvedere Gschwent, la fortezza austro-ungarica di Lavarone, è oggi una delle testimonianze più significative della Prima guerra mondiale sul territorio italiano. Realizzato dal Genio militare asburgico nel triennio 1909-12, il forte ebbe il compito di arrestare l’avanzata delle truppe italiane dirette verso Trento in un settore del fronte particolarmente delicato.

A cura di Anna Pisetti e Donato Riccadonna, volume realizzato dalla Rete Trentino Grande Guerra, stampa Osiride, Rovereto

Indubbiamente il Trentino è stato uno degli scenari più coinvolti dalla tragedia della Prima guerra mondiale; interi eserciti ivi si sono radunati, hanno battagliato furiosamente,si sono difesi strenuamente, hanno fatto uso di armi e tecnologie fino a poco tempo prima impensabili. Villaggi, valli, arterie di comunicazione, ma anche luoghi comunemente inaccessibili come cime e ghiacciai hanno preso parte a una guerra che si è tradotta in un radicale stravolgimento del territorio.