Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e per motivi di analisi le visite vengono conteggiate attraverso Google Analitycs se chiudi sei consapevole che i dati di navigazione verranno usati per solo scopi interni del sito. Per maggiori info

Stampa

La fondazione Forte Belvedere ha organizzato durante la stagione estiva spettacoli teatrali tratti dal libro di Emilio Lussu un anno sull'altopiano.

 

Una produzione della compagnia Arditodesìo

drammaturgia Andrea Brunello

con Andrea Brunello

scene e regia Michele Ciardulli

disegno luci Alessandro Tinelli

adattamento e ccomposizione musicale Andrea Lucchi

 

"Storie di Umonini" ripercorre le vicende dei protagonisti del capolavoro di Emilio Lussu sulla vita dei soldati in trincea durante la Grande Guerra. In tutti spicca l'umanità, la dignità, la capacità di sopportazione. Sull' Altopiano hanno combattuto uomini che spesso sono morti inutilmente per il capriccio di un comandante incompetente, "pazzo" o ubriaco di cognac.

Tra loro ci sono umonini che hanno dato la vita con coraggio nella convinzione che esistano valori e ideali superiori. Soldati che non hanno ceduto alla disperazione e che, alla fine, hanno potuto dire "... in guerra qualche volta abbiamo pure cantato."

Troppe volte nell'Italia di oggi si ha la sensazione dolorosa che il sacrificio di quegli uomini sia stato vano. Ecco allora la sfida di uno spettacolo pensato per una stretta interazione con il pubblico coinvolto in quella che vuole essere una riflessione collettiva: siamo ancora capaci, noi uomini e donne del venunesimo secolo, di emozionarci per un ideale?

 

"in guerra non si è sicuri di niente signor generale. Nemmeno di essere sicuri..." Emilio Lussi